Bando per sostegno abitativo a separati/divorziati in condizioni di disagio

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Bando per sostegno abitativo a separati/divorziati in condizioni di disagio

notizia pubblicata in data : sabato 30 gennaio 2021

Bando per sostegno abitativo a separati/divorziati in condizioni di disagio

Interventi di sostegno abitativo
a favore dei coniugi separati o divorziati
in condizioni di disagio economico

 

Rifinanziata la Misura “Interventi di sostegno abitativo a favore dei coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio economico”(ART. 5 L.R. 24.06.2014 N. 18 di cui alla DGR 2469/2019), con la DGR n. 4079 del 21/12/2020 e successivo decreto attuativo n. 16471 del 24/12/2020 della Regione Lombardia, che introduce modifiche rispetto ai criteri di accesso e all’entità dell'agevolazione.

 

Modifica dei criteri di accesso:

 

Dal 06/01/2021 i criteri di accesso e l’entità della agevolazione, approvati con l’allegato A) alla delibera n. 2469/2019, sono stati modificati come segue:

 

Soggetti destinatari/beneficiari e requisiti di ammissione:

Coniugi con stato civile di separato/ divorziato per i quali la separazione, è

avvenuta nei 2 anni precedenti la data di presentazione della domanda.

 

Tipologia ed entità dell’agevolazione:
il destinatario della misura, tenuto

conto delle difficoltà sociali ed economiche causate da perdurare

dell’emergenza Covid-19, potrà presentare domanda di contributo alla

presente misura per due annualità.

 

Rimangono validi tutti gli altri requisiti e le modalità,
come previsti dall’Allegato A del Decreto n. 3167/2020
e cioè:

  •       coniugi con stato civile di separato, divorziato o che hanno in atto un procedimento di separazione giudiziale in corso di perfezionamento;
  •       con figli nati o adottati nel corso del matrimonio:minori o maggiorenni (solo se in carico ai genitori), disabili minori o maggiorenni in carico ai genitori;
  •       con un ISEE in corso di validità inferiore o uguale a € 30.000,00;
  •       residenti in Lombardia da 5 anni;
  •       che non abbiano riportato condanne con sentenze passate in giudicato per reati contro la persona, tra cui gli atti persecutori di cui al decreto –legge 23 febbraio 2009, n. 38, nonché per i delitti di cui agli articoli 570 e 572 del codice penale;
  •       intestatari di un contratto di locazione regolarmente registrato o di un contratto provvisorio per emergenza abitativa (es. residence, housing o altra tipologia di alloggio).

 

Possono accedere inoltre i genitori che si trovano a vivere in condizione di grave marginalità sociale e che risultano ospitati presso strutture di accoglienza o che vivono in condizioni precarie e non dignitose.
 

A favore dei genitori separati o divorziati in situazione di grave marginalità si prevede un contributo economico aggiuntivo finalizzato alla realizzazione di un progetto personalizzato di accompagnamento e di inclusione sociale.

 

Qui di seguito il link di ATS Insubria dove trovare tutte le informazioni aggiornate:

https://www.ats-insubria.it/utenti/famiglie/5916-genitori-separati

 

Per eventuali informazioni rivolgersi a:

 

Mocchetti Silvia 0332/277729

Alberio Giovanna 0332/277225      

 

 

ultima modifica: A C  01/02/2021
Risultato
  • 4
(2 valutazioni)
Documenti Allegati
Allegato 01 Allegato 01 - dgr+4079+del+21.12.2020 Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 165 Kb Allegato 02 Allegato 02 - decreto+n.16471+del+24.12.2020 Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 129 Kb
immagine fondo